Il basilico nella terra dei Fieschi

Dal 5 al 7 ottobre, a Lavagna, saranno tutti insieme nel segno della buona tavola e del pesto, tre eccellenze della cucina ligure. A cominciare naturalmente dal basilico (piantina che non a caso prende in prestito dal greco antico il regal termine “basilikos”); ovviamente quello genovese dop, profumato, morbido al tatto e arrendevole al pestello. Ligure e altrettanto principesco è l’olio ligure dop, estratto dalle saporite olive di Liguria, frutto degli olivi ritorti cresciuti al nostro sole. E infine l’aglio, tra cui primus inter pares è quello di Vessalico, presidio slow food.

Molti conoscono il profumo di questa particolare salsa, ma non le proprietà degli olii essenziali del basilico, né che la sua storia lo colloca in Asia, e addirittura nell’antico Egitto, e che non è mai stato creato in laboratorio come qualcuno ha sostenuto. Il pesto in Liguria viene preparato in due varianti, ma sempre con il mortaio: più chiaro a levante, dove viene usato meno aglio e alcuni lo allungano con un cucchiaio o due di prescinseua, una specie di cagliata, più scuro verso ponente dove si predilige il solo utilizzo di parmigiano e pecorino, in proporzione 80-20. A Lavagna il pesto sarà protagonista: stand espositivi per le aziende produttrici di pesto, basilico genovese e olio extravergine di oliva, prodotti agroalimentari e ittici ma anche musica, mostre, degustazioni di vini e prodotti, corsi, seminari per imparare quale sia la particolare versatilità della famosa salsa ligure.

La manifestazione sarà a ingresso libero. Le tre giornate prevedono una ricca mostra mercato in piazza Vittorio Veneto; laboratori per imparare a fare il pesto; premi a produttori e venditori di basilico, a chi fa innovazione e ricerca, a chi promuove basilico e pesto, agli ambasciatori della salsa nel mondo. E poi l’immancabile degustazione di prodotti tipici e corsi di cucina con cuochi professionisti. Sabato 6, dalle 10.00, guide in costume accoglieranno i visitatori per accompagnarli alla scoperta della casa-museo e mostrare loro la preparazione del pesto nel mortaio di marmo. Sullo sfondo della rassegna resta Lavagna, terra dei Fieschi e di nobili origini: quelle perfette per esaltare re basilico.